000 Alleniamoci nella Pratica della Temperanza

 

L’apprendimento e la pratica della temperanza dei singoli (cittadini, lavoratori, genitori, amministratori, imprenditori, investitori, politici…), nel loro agire individuale, collettivo, ordinario e quotidiano, innesca processi di diminuzione dello spreco e dell’inutile (PIL superfluo). Ne consegue una maggiore attenzione all’uso oculato di materie prime, energie e tempo che a loro volta attivano l’intero circolo virtuoso del BIL.

Avviata la pratica di tale cultura, il consumo delle risorse si riduce virtuosamente attraverso la messa in produzione di prodotti e servizi che fanno uso di tecnologia, che non inquina, che non depaupera e che migliora le condizioni di lavoro delle persone.

Informazioni aggiuntive